Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Fare colazione protegge dalle malattie: “Nei giovani previene il diabete”

 Mai saltare la colazione, soprattutto da giovani. I teenager che lo fanno, infatti, sviluppano più facilmente la sindrome metabolica ed il diabete a 40 anni
di età, rispetto ai ragazzi che invece la fanno. Inoltre non basta
mangiare solo qualcosa di dolce, il primo pasto deve essere più ricco.
Lo dimostrano i ricercatori del dipartimento di medicina clinica e
salute pubblica della Umea University, in Svezia, con
uno studio pubblicato su Public Health Nutrition. Gli studiosi hanno
osservato per 27 anni lo stato di salute e le abitudini di oltre 800
soggetti, sia quando avevano 16 anni di età che 43. 
CATTIVE ABITUDINI «Le cattive abitudini a 16 anni
predicono la comparsa della sindrome metabolica durante l’età adulta,
indipendentemente da altri fattori come lo stile di vita e l’indice di
massa corporea – spiegano gli autori -. Inoltre trascurare la colazione
durante l’adolescenza è risultato essere correlato con un maggiore
aumento di peso corporeo e un più elevato livello di glucosio nel sangue
da adulti». 
PROTEGGE DALLE MALATTIE «Al contrario fare colazione al
mattino – si legge nell’indagine – protegge dalle malattie anche perchè
riflette una maggiore adesione ad uno stile di vita più salutare, una
maggiore qualità della dieta e dello stile di vita». Commenta Andrea
Vania, docente di pediatria alla Sapienza e consulente per la nutrizione
della Società italiana di pediatria, SIP: «Le scelte alimentari
intraprese in età infantile e durante l’adolescenza hanno riflessi su
tutta la vita futura, sia di ordine fisico che metabolico. La
distribuzione in più pasti delle calorie nella giornata è infatti un
vantaggio sicuro dal punto di vista della spesa delle calorie. Non si
può fare il pieno come le automobili, ciò che mangiamo in più viene
accumulato, non consumato. Gli spuntini, al contrario di quanto si
crede, non fanno ingrassare purchè l’insieme dei pasti della giornata
non superi le calorie di cui abbiamo bisogno». E aggiunge: «La colazione
dei ragazzi italiani prevede soprattutto carboidrati, un pò di proteine
e pochi grassi. Di questi zuccheri una parte deve essere semplice, come
lo zucchero bianco e quello del latte, una parte però deve essere
rappresentato dagli amidi, come biscotti o pane. I primi tamponano il
digiuno notturno e aiutano le attività cerebrali, che hanno bisogno di
zucchero per lavorare, i secondi servono per dare energia nell’arco
della mattina». «Bere solo un bicchiere di latte o un succo di frutta –
sottolinea Vania – però non basta. A metà mattinata ci si ritrova in
debito di zuccheri. Vanno aggiunti biscotti o del pane e, se possibile,
un pò di frutta. Molti ragazzi hanno difficoltà a mangiare appena
svegli, il suggerimento è di bere comunque qualcosa, un pò di latte o
mezzo succo di frutta e portare in tasca anche qualche biscotto da
mangiare prima di entrare in classe».

Fare colazione protegge dalle malattie: “Nei giovani previene il diabete”ultima modifica: 2014-02-12T16:05:00+01:00da violla08
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment